giovedì 5 settembre 2013

Grace Darling

Grace Darling nacque il 24 novembre 1815
trascorse la sua giovinezza in due fari,
Brownsman e Longstone,
di cui il padre William ne era custode.
 
 
All'alba del 7 settembre 1838,
Grace guardando la tempesta dalla finestra della sua camera
che si trovava al primo piano,
(quella nel ring bianco)

 
vide il relitto e alcuni superstiti del piroscafo Forfarshire su Big Harcar,
un basso sperone roccioso.
Il Forfarshire era partito da Hull nello Yorkshire
ed era diretto  a Dundee in Scozia,
sorpreso dalla tempesta cercando di tornare indietro
urtò lo scoglio e si spezzo in due.
 
(immagine dal web)
 
Tra il mare in tempesta e venti fortissimi
Grace e suo padre partirono con una piccola imbarcazione a remi,
e riuscirono a salvare i 9 superstiti.
 
Grace divenne una celebrità.

 
Grace Darling morì il 20 ottobre 1842,
all'età di 26 anni.
Fu sepolta nel piccolo cimitero della chiesa di St. Aidan a Bamburgh.
 










Bamburgh è uno splendore,
tutto è incantevole,
un paesaggio da cartolina
 

 
Prima di andarcene,
un'ultima occhiata al maestoso castello in pietra arenaria,
che si erge su un imponente sperone roccioso son vista sulle Farne Islands.


 
A volte si vorrebbe fermare il tempo
per poter rimanere in questi luoghi più a lungo,
ma il nostro viaggio continua.
 
Alla prossima
Angela
 
 
 

23 commenti:

  1. Bamburgh is one of my very favourite places...it is full of beautiful old fashioned charm and mystery. The church is also a delight and very serene inside. Glad you enjoyed your visit :)
    Tilly x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tilly thanks for coming to see me,
      I agree with you, Bamburgh is wonderful.
      Angela

      Elimina
  2. Non conoscevo questa storia...che posti favolosi...
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono migliaia di queste storie in Inghilterra.
      Angela

      Elimina
  3. Che storia avvincente hai raccontato, Angela! E penso a come dovesse essere la vita di una piccola e poi giovane donna in un faro. Io anelo una cosa del genere: soli davanti al mare in tempesta, magari però con un notebook a portata di mano?! ;)
    Bellissimo anche lo scritto ed il disegno incorniciati ai piedi della tomba di Grace.
    Un saluto Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pensato spesso durante la navigazione come potrebbero essere questi luoghi con il mare in tempesta. Credo che perderebbe di fascino e diventerebbe un incubo, non basterebbe un notebook.
      Angela

      Elimina
  4. Ciao! ho trovato ora il tuo blog: come potrei non seguirlo io che amo i fari!
    Isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isabella,
      grazie per essere passata a trovarmi.
      Se ti piacciono i fari passa di nuovo,
      farò altri post.
      Angela

      Elimina
  5. Io in quel castello ci stare come il topo nel cacio...mamma mia che bellezza.
    Grazie ancora Angela per questi viaggi meravigliosi che condividi con noi.
    Un abbraccio. Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gabriella,
      nel castello, oltre ai proprietari, ci abitano ben tre fantasmi,
      è splendido, però ....
      Angela

      Elimina
    2. Ovvio Angela...che castello sarebbe senza fantasmi...uno dei tre è sicuramente una donna.
      Un abbraccio. Gabriella

      Elimina
    3. Ovvio Angela...che castello sarebbe senza fantasmi...uno dei tre è sicuramente una donna.
      Un abbraccio. Gabriella

      Elimina
    4. Gabriella, Pink Lady e Green Jane ti aspettano al Bambourgh Castle.
      ;-)
      Angela

      Elimina
    5. Chissà perchè i miei commenti vengono doppi...comunque in quel castello ci voglio proprio andare...prenderò un te con deliziosi dolcetti con Pink Lady e Green Jane e le inviterò a venirmi a trovare... ;)
      Bacioni. Gabriella

      Elimina
    6. Chissà perchè i miei commenti vengono doppi...comunque in quel castello ci voglio proprio andare...prenderò un te con deliziosi dolcetti con Pink Lady e Green Jane e le inviterò a venirmi a trovare... ;)
      Bacioni. Gabriella

      Elimina
    7. Chissà perchè i miei commenti vengono doppi...comunque in quel castello ci voglio proprio andare...prenderò un te con deliziosi dolcetti con Pink Lady e Green Jane e le inviterò a venirmi a trovare... ;)
      Bacioni. Gabriella

      Elimina
    8. Cara Gabriella,
      allora ti tocca invitare anche l'unico fantasma maschio del castello,
      un certo John Sharp, così siete al completo.
      Buon thè a tutti.
      Angela

      Elimina
  6. Io in quel castello ci stare come il topo nel cacio...mamma mia che bellezza.
    Grazie ancora Angela per questi viaggi meravigliosi che condividi con noi.
    Un abbraccio. Gabriella

    RispondiElimina
  7. Che posti! Davvero incantevoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico,
      hai perfettamente ragione,
      io ripartirei immediatamente.
      Angela

      Elimina
  8. Angela grazie a te posso inebriarmi di tanta bellezza e di racconti meravigliosi, dove si assapora storia, vita vissuta, paesaggi da mozzafiato e amore per la natura. GRAZIE!!! Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola,
      grazie a te di passare sempre a trovarmi e per i bellissimi commenti.
      Angela

      Elimina

Grazie infinite per il tuo commento

Ho trovato il mio albero

Il Faggio. Veniva considerato con grande rispetto un tramite tra gli uomini e gli dèi, circondato da aura divina, e Macrobio riferisce che...