lunedì 9 settembre 2013

St. Mary lighthouse

 
I 4 giorni di permanenza a Whitley Bay,
mi permettono di visitare la piccola isola di St Mary's più e più volte.
 
Arriviamo verso le 17.00 di una giornata tipicamente inglese,
umida e grigia,
ma lui è là,
 la pioggia lo rende surreale,
ne avevo sentito parlare,
 ma bello così  non me lo immaginavo: il faro.
 

Inizia a piovere, ma io lo voglio visitare ugualmente,
anche perché devo approfittarne c'è la bassa marea.
 
L'isola è collegata alla terra ferma da una breve strada cementata,
che viene sommersa dall'alta marea 2 volte al giorno.
 



Il faro fu costruito nel 1898,
non è più in funzione dal 1984
e dal 1994 è diventato un museo.
 





 
 





 


Il faro è alto 38 metri,
 


si raggiunge la cima con 137 gradini.
 


 
Posso solo dirvi che ho trascorso molte ore della giornata
seduta sulla scogliera di fronte ad ammirarlo, contemplarlo, scrutarlo
in perfetto silenzio ascoltando solo le onde infrangersi e lo stridio dei gabbiani.
 
Ho fatto avanti e indietro dal campeggio che ci ospitava a lì
a tutte le ore del giorno e della notte.
 
 
 
Un abbraccio
Angela
 
 
 
 

25 commenti:

  1. ... e se dicessi che mi hai emozionato???
    grazie per queste foto <3
    Lieta

    RispondiElimina
  2. Caspiterinaaaaaaaaaa!!!! Che meraviglia!!! Spettacolo unico...
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo luogo sembrava dipinto da quanto bello era.
      Angela

      Elimina
  3. Io al tuo posto mi sarei anche commossa, mi conosco bene e certe situazioni mi fanno venire le lacrime. Ma quant'è bello Angela, un punto bianco meraviglioso all'orizzonte circondato da un azzurro tra cielo e mare stupendo. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola,
      la mattina che ce ne siamo andati una lacrimuccia è scesa.
      Ma potrei sempre ritornarci ...
      Angeka

      Elimina
  4. Che spettacolo Angela. Ci credo che hai voluto vederlo e rivederlo per conservarne gelosamente l'emozione che ti ha dato.
    E quei gabbiani, poi...
    Ciao Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susanna,
      i gabbiano regnano sovrani, spesso sono aggressivi, ma sempre bellissimi,
      LIBERI.
      Angela

      Elimina
  5. Risposte
    1. Cara Annamaria,
      un sogno che può diventare realtà.
      St. Mary è là che ti aspetta.
      Angela

      Elimina
  6. Ho sempre sognato di vivere in un faro, nella mia mente l'ho arredato tutto da cima a fondo e sono stata ad un passo dal decidermi a comprarne uno. Questo è davvero splendido...ma tu sei sempre in viaggio?
    Un abbraccio e a presto. Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gabriella,
      questa volta il tuo commento è addirittura triplo, viva l'abbondanza.
      I fari hanno il loro fascino, però fino a viverci credo di no.
      Poi dipende, questo non è in funzione niente luce e niente sirene per la nebbia,
      quindi un pensierino magari si. Vorrei vederlo nei giorni di mare grosso.
      Magari fossi sempre in viaggio .... però con la mente si.
      Angela

      Elimina
    2. Gesù Angela,cancella i commenti in più che mi fa senso vedere questo casino...non so perchè succede così, ci starò attenta... :(
      Nei giorni di mare grosso si sta dentro il faro al caldino con una bella stufa a legna e una cioccolatina bollente in tazza...a guardare il mare e a pensare che in fondo è giusto che dal mare sia nato tutto.
      A presto Gabriella

      Elimina
    3. Gesù Angela,cancella i commenti in più che mi fa senso vedere questo casino...non so perchè succede così, ci starò attenta... :(
      Nei giorni di mare grosso si sta dentro il faro al caldino con una bella stufa a legna e una cioccolatina bollente in tazza...a guardare il mare e a pensare che in fondo è giusto che dal mare sia nato tutto.
      A presto Gabriella

      Elimina
    4. Tranquilla Gabriella, non ti preoccupare sarà un disguido.
      Un abbraccio
      Angela

      Elimina
  7. Ho sempre sognato di vivere in un faro, nella mia mente l'ho arredato tutto da cima a fondo e sono stata ad un passo dal decidermi a comprarne uno. Questo è davvero splendido...ma tu sei sempre in viaggio?
    Un abbraccio e a presto. Gabriella

    RispondiElimina
  8. Ho sempre sognato di vivere in un faro, nella mia mente l'ho arredato tutto da cima a fondo e sono stata ad un passo dal decidermi a comprarne uno. Questo è davvero splendido...ma tu sei sempre in viaggio?
    Un abbraccio e a presto. Gabriella

    RispondiElimina
  9. Bellissima la narrazione splendide le foto! Sicuramente visiterò spesso il tuo blog!
    Giuliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuliano di essere passato, io ti aspetto, al prossimo post.
      Angela

      Elimina
  10. In UK le mie zone preferite sono quelle di mare: alte scogliere e fari solitari fanno parte dell'immaginario collettivo di questo Paese. Anche per me sono una parte dello "scenario" che (quando li trovo) non mi faccio mai mancare. E mi piacerebbe provare un periodo di vita solitaria all'interno di un faro. Naturalmente la vita di un vero guardiano era molto dura, e molto meno romantica di come la immaginiamo: solitudine a parte, c'era da controllare la lampada tutta la notte, e poi durante il giorno c'erano le manutenzioni e la normale routine quotidiana. Molto belle le foto ed emozionante il commento (terrificante la storia del condannato!). Ciao,

    Gian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gian,
      questo sarebbe il faro ideale, vicino alla terra ferma,
      raggiungibile a piedi, credo che una quindicina di giorni resisterei,
      però senza interne ne senza cellulare vero?
      Il posto era talmente da favola che non ho voluto rovinare la sua bellezza
      raccontando di Michael Curry e della sua fine.
      Grazie di essere passato.
      Angela

      Elimina
  11. Che fascino!! Io come te ci starei ore ed ore ad ammirare!! Bellissime foto e bellissime descrizioni di emozioni!! Mi fai venir voglia di andare proprio lì !!
    Buona giornata
    Angela

    RispondiElimina

Grazie infinite per il tuo commento

Ho trovato il mio albero

Il Faggio. Veniva considerato con grande rispetto un tramite tra gli uomini e gli dèi, circondato da aura divina, e Macrobio riferisce che...