domenica 15 settembre 2013

Souter lighthouse

Il nostro viaggio continua,
dopo aver passato Tynemouth,
 prendiamo il tunnel sotterraneo che attraversa il fiume Tyne,
alla larga da Newcastle, troppo grande per i nostri gusti,
poi giù lungo la strada costiera A183
dopo pochi chilometri la strada fa una curva
ed eccolo il faro di Souter.
 


Non è molto alto,
ma la vista è mozzafiato.
 


 
Fu costruito nel 1871
e fu il primo faro al mondo ad essere alimentato da corrente elettrica alternata.
Non è più in uso dal 1988.





 
All'entrata visitiamo subito la sala macchine,
poi l'alloggio del guardiano
e con 76 gradini giungiamo alla cima.


Arrivati in cima ci accoglie la guida,
ci racconta la storia del faro
e di tutti i naufragi avvenuti su questo tratto di costa pericolosa.
Ci spiega il funzionamento delle lampade,
che girano su una base di mercurio,
quindi nonostante pesino qualche quintale
riusciamo a farle girare con un solo dito.
Siamo gli unici visitatori,
ad un tratto la guida chiede a mio figlio se vuole accenderlo,
lo chiama in un angolo, apre una porticina ...
et voilà
la lampada si accende, è rossa
e tutti quei strani vetri a forma di prisma diventano di mille colori.
E' accecante ma meraviglioso.
 


Scendiamo, è già ora di pranzo,
approfittiamo dell'attrezzata area picnic proprio davanti al faro,
io appena finito il mio panino, saluto tutti e parto.
 
Dal faro parte il South Tyneside Coastal  Trails,
la mia prima tappa è Marsden Bay e le sue splendide Rocks
 

 




 
Il percorso è facile e pianeggiante,
incontro una stanca signora in compagnia del suo splendido greyhound,
la saluto e continuo.
Le Rocks sottostanti sono gremite di uccelli,



il mare è calmo,
la temperatura è sui 28°,
il sole picchia,
non si vede al largo per la foschia data dall'umidità.
 
Raccolgo qualche conchiglia, un po' di sabbia e qualche sasso appiattito.
 
Giro i tacchi e torno dal mio equipaggio.
Il viaggio continua
 
Angela

15 commenti:

  1. Ma...ma...mi vuoi far morire d'invidia?????? Ma quanti ne hai visti??? Preparati a vedere il grande BILL!!!! A giorni lo posto...che favola quel posto!!!
    Baci
    Ci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia,
      ho perso il conto di quanti ne ho visto in questo viaggio,
      avrei da fare post per mesi, ma certi li terrò per me, solo per me.
      Sarà per me una grande emozione rivedere Portland Bill,
      spero tu lo abbia scalato con i suoi 153 gradini.
      Angela

      Elimina
  2. Grazie per queste fotografie che mi fanno sognare...
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te che passi sempre a trovarmi.
      Angela

      Elimina
  3. Angela ma allora dillo che mi vuoi far schiattare.....ma che belloooooo. Deve essere molto emozionante visitare un faro e come rumore di fondo sentire le onde che s'infrangono sulle rocce e gli uccelli con i loro richiami. Il tutto avvolto dal profumo di salsedine.....che angoli di Paradiso cara Angela. Un abbraccio. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola,
      certi fari sono talmente belli da levare il fiato.
      Un abbraccio
      Angela

      Elimina
  4. E continuo a seguirti con grande piacere, in questo tuo viaggio Angela!
    Ciao Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susanna,
      io sono felice di portarti con me.
      Angela

      Elimina
  5. Che meraviglia di paesaggio...sembra di stare in una favola...il faro poi è fantastico.
    Lo sai Angela, sto segnando tutti i posti che ci stai facendo conoscere perchè appena il lavoro me lo permette voglio visitarli tutti.
    Sei una splendida guida.
    Un abbraccio. Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gabriella,
      sono contenta che il mio viaggio ti piaccia,
      20 giorni sono pochi per visitare tutti questi luoghi come si deve,
      a malincuore ho dovuto fare una selezione e scegliere quelli a me più vicini,
      intendo vicini al mio gusto, a ciò che mi piace.
      Ho preferito la natura alla cultura in questo viaggio,
      perché spesso l'ingresso a castelli e dimore ti mettono sul lastrico,
      e quando inizi a visitarne una quindicina il salasso è assicurato.
      Tendo a preferire le chiesette isolate, molto affascinanti e gratuite
      a dimore sontuose e troppo sfarzose per i miei gusti.
      Ci sono sempre le eccezioni, ci sono luoghi che bisogna visitare assolutamente.
      Poi ci sono cose che impari con l'esperienza.
      Noi e gli inglesi siamo così differenti, che a volte è spiazzante e imbarazzante la loro cortesia e la nostra arroganza.
      I miei viaggi sono una sorta di esplorazione, non mi limito a scattare la foto e ripartire, voglio sapere il più possibile sul luogo che sto visitando, altrimenti dove sta il bello del viaggiare?
      Grazie ancora Gabriella della tua gentilezza
      Un abbraccio
      Angela

      Elimina
  6. Sei una super appassionata di fari :-) condivido in pieno. Complimenti, post bello come tuo solito!

    Gian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' strano che ad una montanara come me piacciano i fari,
      ma hanno un fascino particolare che mi attira,
      non tutti però sono belli come quelli che ho visitato quest'anno.
      Longstone ha avuto un effetto collaterale,
      me ne sono innamorata, un connubio perfetto,
      natura ed essere umano in perfetta armonia.
      Angela

      Elimina
  7. Bellissime queste foto. È un posto magico.

    Baci

    RispondiElimina

Grazie infinite per il tuo commento

Ho trovato il mio albero

Il Faggio. Veniva considerato con grande rispetto un tramite tra gli uomini e gli dèi, circondato da aura divina, e Macrobio riferisce che...