sabato 21 settembre 2013

Whitby

Chi di voi ha letto Dracula?
O quanto meno visto il film?
Se lo avete fatto dovete assolutamente visitare Whitby,
perché Bram Stoker prese l'ispirazione da questo luogo
per scrivere il suo libro più famoso.
 
Whitby si trova nella contea del North Yorkshire,
alla foce del fiume Esk.
 
Appena arriviamo non occorrono indicazioni,
punto dritta sulla scogliera più alta,
le rovine dell'Abbazia sono il mio punto di riferimento,
l'ostello è proprio li dietro: Abbey House,
un'antica dimora che dal 2007 ospita l'ostello.
La nostra stanza è al mezzanino e dalla finestra ammiriamo il giardino.
 

 
Alloggiando qui si ha diritto all'entrata gratuita all'Abbazia,
un muro di cinta divide le due proprietà
e già da fuori si può ammirare la maestosità di queste rovine.
 
 
Dopo esserci accampati in camera,
passiamo all'esplorazione dell'ostello,
sala tv, sala lettura, orto, giardino, bar, ristorante, cucina,
visto che siamo arrivati qua meglio che ci prepariamo la cena.
Abbondate spaghettata
e siamo pronti per l'escursione serale.
 
 

 
Visitare l'Abbazia di St. Hilda la sera fa un certo effetto,
sarà perché dal mare arriva un venticello fresco,
ma vengono i brividi girando per queste rovine.
Decidiamo di tornare all'ostello e dormirci sopra.
 
La mattina siamo pronti per scoprire Whitby,
da qui per raggiungere il centro di questa cittadina
bisogna percorrere una ripida scalinata di ben 199 gradini,
che mette a dura prova ginocchia e polpacci.
 


 
Una volta giù la bellezza fa dimenticare la fatica,
Whitby è un labirinto di vicoli e stradine,
tutti da scoprire.
 
 
 
 
 
Whitby è oggi un porto di pescatori
e partono imbarcazioni di tutti i generi.
 
 
Il cielo ad un tratto si fa grigio,
la sottile pioggia non ci disturba e il nostro girovagare continua.
 
 
Ammiriamo dal porto la scogliera orientale dominata,
oltre che dalle rovine dell'Abbazia di St. Hilda,
anche dalla chiesa parrocchiale di St. Mary.
 
 
 


Nel pomeriggio rispunta il sole ed è tutta un'altra visione
 
 
 

Le indicazioni ci riportano verso il nostro campo base
 
bisogna affrontare di nuovo la ripida scalinata della mattina,
questa volta con meno vigore,
per non sfigurare con arzilli nonnetti scalatori
 facciamo finta di contare i gradini uno ad uno,
 
arrivati in cima,
col fiatone abbiamo la conferma:
sono proprio 199.
 
Il mattino seguente un'ultima occhiata all'Abbazia e si parte.
 
 
 
 
 A presto
Angela
 
 
 
 
Spesso sulle scogliere a picco sul mare, su tratti di costa particolarmente belli, lungo i favolosi Pier,
ci si imbatte in una sorta di esposizione di fiori, sono omaggi che la gente porta alle persone a loro care che non ci sono più.
 
 
 
 
 
I mazzi di fiori o le coroncine sono sempre accompagnati da bigliettini, una sorta di messaggi al vento, che ricordano il compleanno di una madre, il posto preferito di un padre, qui sulla scogliera di Whitby una coroncina fresca di Digitalis rosa ha attirato la mia attenzione e ho letto il messaggio, una splendida poesia, una volta tornata a casa ho cercato la versione tradotta, eccola:
 

Non stare in piedi davanti alla mia tomba a piangere

Non stare in piedi davanti alla mia tomba a piangere,
io non sono lì, non dorme la mia anima.
Sono il soffio di mille venti,
sono il luccichio della neve che brilla come diamanti.
Sono la luce del sole sul grano maturo,
un raggio di sole che splende d’estate.
Sono la leggera pioggia autunnale.
Quando ti svegli nella calma della mattina,
sono nella veloce alzante corsa di splendidi uccelli che volano in cerchio.
Sono la più alta farfalla che vola serena,
io sono tra le stelle che brillano nel buio della notte.
Sono nei fiori che sbocciano,
sono in una stanza tranquilla,
sono negli uccelli che cantano,
sono in ogni cosa bella.
Non stare in piedi davanti alla mia tomba a piangere.
Non sono lì. Non ti ho lasciato.
(Mary Elizabeth Frye, “Do not stand at my grave and weep”)




23 commenti:

  1. Che bello Angela, sei andata a Whitby è tanto che voglio andarci anch'io, ho visto foto meravigliose e suggestive di questo posto. He, ma prima o poi...
    Bellissime anche le foto degli altri tuoi post, luoghi meravigliosi!!
    Love Susy x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susy,
      ogni negozio vintage che vedevo pensavo ai tuoi splendidi oggetti.
      Angela

      Elimina
  2. Hai fatto un viaggio da FAVOLA!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia,
      quest'anno ho avuto la fortuna di visitare dei bellissimi luoghi.
      Angela

      Elimina
  3. Magnifico tour Angela. Carino l'escamotage della conta dei gradini ;) ma anche con il fiatone...certo che ne valeva la pena di fare tanta strada in salita: uno spettacolo!
    Grazie buon fine settimana
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susanna,
      fare quella scalinata un paio di volte al giorno ti mette KO.
      ;-)
      Angela

      Elimina
  4. Che luogo da favola! Grazie per avermici portata, e che bella la poesia!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia,
      la scogliera di Whitby me la ricorderò per sempre.
      Angela

      Elimina
  5. Un viaggio stupendo, grazie alle foto e al tuo racconto mi è sembrato di stare lì insieme a te. Un grosso abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gilda,
      sei sempre gentilissima.
      Un abbraccio
      Angela

      Elimina
  6. Un viaggio meraviglioso e i tuoi scatti sono stupendi!
    Complimenti per il blog ti seguirò sicuramente!
    Buona domenica da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatris,
      sono contenta che il mio viaggio ti sia piaciuto,
      ti aspetto ancora.
      Angela

      Elimina
  7. Grazie per aver condiviso queste bellissime foto, grazie perchè ho potuto vedere posti splendidi che solo con la fantasia o nei film si vedono.....sono rimasta incantata....buona domenica....kiss!
    SERENA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena,
      l'Inghilterra ti aspetta.
      Angela

      Elimina
  8. Posti bellissimi,ma le foto li rendono magici complimenti!!

    RispondiElimina
  9. ci regali sempre delle gran belle immagini, un ostello ma devo dire che è una residenza molto bella sulle foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmine,
      in Inghilterra spesso vecchie residenze vengono donate all'associazione Ostelli della Gioventù
      e così tutti ne possono godere della loro bellezza.
      Angela

      Elimina
  10. Angela, hai visitato luoghi incantevoli, posti che già dalle foto ti lasciano a bocca aperta. Poi ho letto la poesia.....non sai quanto sia arrivata al mia cuore, come abbia toccato la mia anima più profonda. Grazie, grazie della bellissima passeggiata e del tocco delicato al cuore di tutte noi. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola,
      Whitby è una bella cittadina, come tante altre città costiere inglesi è piena di fascino,
      ma ti posso assicurare che quella mattina presto su quella scogliera,
      quando ho letto quella poesia è scattato qualcosa di speciale.
      Un abbraccio
      Angela

      Elimina
  11. Come non bastasse l'emozione della vista di luoghi così belli, la poesia finale m'ha dato il colpo di grazia....mi sono commossa Angela e, come sempre quando vengo qui da te, gli occhi gioiscono, la mente si apre a mondi nuovi e il cuore riposa. Grazie e un abbraccio. Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gabriella,
      grazie per le tue splendide parole, sapessi quante lacrime ho lasciato su quella scogliera,
      per fortuna erano le sei del mattino e non c'era nessuno intorno.
      Un abbraccio
      Angela

      Elimina
  12. Angela... a partire dalla nuova intestazione,alle foto che mi ero persa,a queste parole di una poesia che attraversa l'anima...
    passare da te fa bene alla vista... e al cuore <3
    Lieta

    RispondiElimina

Grazie infinite per il tuo commento

Ho trovato il mio albero

Il Faggio. Veniva considerato con grande rispetto un tramite tra gli uomini e gli dèi, circondato da aura divina, e Macrobio riferisce che...