venerdì 22 giugno 2012

Provenza - Diario di viaggio di Thelma e Louise



Appuntamento ore 4.45 al casello autostradale Treviso Nord.
Tutto come da copione, già piazzo la mia prima figuraccia,
mentre aspetto al parcheggio Cinzia e il suo consorte,
mi si affianca una station wagon grigio metallizzato,
sono sicuramente loro, scendo dall'auto, metto a fuoco ......
sono due individui non ben identificati,
faccio finta di niente risalgo in auto,
di lì a poco giungono loro.
Caricati i bagagli di Cinzia in auto,
dopo i saluti di rito, non sono ancora le 5.00 e partiamo.
Prima sosta in Val di Susa per un caffè e per sgranchirci le gambe,
le grandi città del nord le abbiamo passate senza grosse difficoltà,
ora via verso la Francia.
Altra sosta a Grenoble per il pieno di gasolio (1,249 Euro al litro),
alle 15.00 siamo già nell'Alta Provenza.
Il nostro campo base è un confortevole cottage in un campeggio di Greoux les Bains,
villaggio termale, lungo le rive del Verdon.
Veniamo accolti da un caldo soffocante, a cui non siamo abituati,
capiamo subito perchè tutti sono immersi nelle piscine o all'ombra sotto gli alberi.
Dopo esserci 'acclimatati' e scaricata l'auto, siamo pronti a ripartire,
siamo troppo curiosi, lo sappiamo che non è proprio il periodo giusto per la lavanda in fiore,
mancano ancora 15 giorni, però  .....
Lungo la strada per Valensole, dopo tanto, tantissimo verde,
ci appaiono macchie blu,
non ci possiamo credere, forse la stanchezza, forse il gran caldo ci fanno degli strani effetti,
invece no, è proprio lei, l'oro blu della Provenza, la lavanda.


Sono ormai le 21.00 inizia a soffiare il fresco Mistral che arriva da nord,
torniamo al campeggio soddisfatti di questa prima giornata appena trascorsa.






Il resto della vacanza lo abbiamo trascorso a zonzo tra campi di lavanda,
borghi arroccati come Simiane la Rotonde,




distese di ulivi, vigneti, meli e mandorli,
strade romane come la Via Domitia,
villages fleuris come Auribeau con i suoi 73 abitanti,


petit cité de caractére come Dauphin,


rimaniamo incantati dalla bellezza di questi luoghi senza tempo.
Ci siamo persi tra le Alpi dell'Alta Provenza, il Vauclose, il Luberon e il Plateau de Valensole.

L'Isle sur la Sourge con il suo mercato domenicale e i suoi negozi di brochante.


Roussillon, il paese dell'ocra, di tutte le tonalità,
conosciuta fin dalla preistoria.


Notre Dame de Senanque, l'Abbazia più fotografata e affollata di tutta la Provenza,
ma sempre straordinariamente affascinante.


Il Mont Ventoux, con i suoi 1912 metri slm, con un 8% di pendenza,
sede di mitici arrivi di tappa del Tour de France,
da lontano sembra innevato, ma poi avvicinandoci ci rendiamo conto che sono pietraie,
affrontate coraggiosamente sotto un sole cocente da centinaia di ciclisti.



La Provenza è proprio come si vede in cartolina,
bella, bellissima,
si viene innondati da tutti quei profumi, quei colori, quei sapori,
che ti ramangono dentro.




Il viaggio è stato emozionante,
la compagnia ottima,
grazie Cinzia,
però rimango della mia idea,
dopo questo mio secondo viaggio in questa meravigliosa terra,
io e la Provenza siamo ...."incompatibili".



Mi manca quel vento freddo, quelle scogliere a picco sul mare,
quel silenzio, quella solitudine, quella malinconia che mi da il mio nord.

Un abbraccio
Angela

PS: Mister George doveva avvisarmi che con sua moglie a bordo dovevo procurarmi cornetti,
ferri di cavallo, quadrifogli, fare riti scaramantici, adesso capisco molte sue disavventure,
pover uomo....santo subito.
iiihiihihhhii!!! Baci e abbracci alla mia compagna di viaggio Cinzia .
Ti aspetto nel nostro Chateau per un tè, direi verso le 15.30, quando riaprono i cancelli.

16 commenti:

  1. Come sempre le tue foto sono meravigliose!!
    Bella la provenza..

    RispondiElimina
  2. Ecco dove eravate finite!!!!!Bellissime immagini.
    Milena

    RispondiElimina
  3. Bellissimo reportage ragazza!!! E hai colto dei particolari nei villaggi che io nn ho visto, brava, ottimo lavoro!!!
    In quanto a quello che ci è capitato...beh, io sto ancora ridendo!!! Condivido la belelzza della Provenza, però il Nord son d'accordissimo...resta il nostro Nord, tutt'altra cosa!!! Oggi allora posto, come d'accordo, oukei???
    Besos
    Cinzia

    RispondiElimina
  4. Ti ho conosciuta tramite Cinzia. Bellissimo reportage e foto stupende. Che colori, che panorami...Peccato che io abiti troppo al sud ma devo trovare dei voli perchè mi hai fatto venire una voglia.....Passerò il tuo diario ad un amico milanesec che partirà a luglio e che ha bisogno di suggerimenti.
    Grazie di aver condiviso. Un abbraccio. Erika

    RispondiElimina
  5. Bellissimo reportage ragazza!!! E hai colto dei particolari nei villaggi che io nn ho visto, brava, ottimo lavoro!!!
    In quanto a quello che ci è capitato...beh, io sto ancora ridendo!!! Condivido la belelzza della Provenza, però il Nord son d'accordissimo...resta il nostro Nord, tutt'altra cosa!!! Oggi allora posto, come d'accordo, oukei???
    Besos
    Cinzia

    RispondiElimina
  6. splendide foto, bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ahahahahaha, adesso ho letto quella dei cancelli!!! Sei certa vero dell'orario? Sai nn vorrei mai rimanere nuovamente chiusa dentro!:)))))
    C

    RispondiElimina
  8. le tue parole e le tue foto mi hanno trasportato là in questi posti da sogno...
    ciao lieta

    RispondiElimina
  9. le tue parole e le tue foto mi hanno trasportato là in questi posti da sogno...
    ciao lieta

    RispondiElimina
  10. ecco... svengo!!!! O_O
    ^_^ ^_^ ^_^, lo sapevo che dovevo accettare il passaggio sul portapacchi ^_^ .... alla fine c'ero arrivata... avevo indovinato che era la Provenza ... anche se di prima botta avevo commentato diversamente nel precedente post!
    bel racconto brave ragazze!!!

    RispondiElimina
  11. ecco, nella foga di commentare mi sono scordata di farti i complimenti per le foto.... sono magnifiche!!

    RispondiElimina
  12. Ciao, tu sei Thelma o Louise? scherzi a parte piacere di conoscerti, provengo dal blog di Cinzia, perche' ero curiosa di conoscere la sua compagna di avventure. La vostra meta, dalle vostre foto, e' veramente bellissima e accattivante. Mi sembra di intuire che la vacanza e' stata altrettanto bella.
    Se ti va passa a trovarmi.
    Buona vita.
    patri

    RispondiElimina
  13. ecco svelato l'arcano...eravate in Provenza,bellissima dalle foto che vedo ma sono anche io della tua stessa idea ...W il nord !
    giovanna

    RispondiElimina
  14. E' un sogno!!!
    A maggio ho fatto un reportage sulla Provenza, riportando i posti dove sei stata tu. Io la sogno ancora... Grazie per aver prolungato il mio sogno. Baci

    RispondiElimina
  15. Che mitico viaggio Angela!! Complimenti

    RispondiElimina
  16. ho scritto anche a Cinzia....ecco se solo avessi saputo in tempo di questo viaggio, di certo mi sarei unita a voi...la Provenza è ai primissimi posti....i campi di lavanda e quei piccoli borghi.....non vedo l'ora di poterci andare....ti ricordi di me??? Filomena, ti avevo scritta via mail perchè non avevo un blog...ora ce l'ho! bellissime foto davvero e posti splendidi...io continuo a sognare di vederla la Provenza...

    RispondiElimina

Grazie infinite per il tuo commento

Ho trovato il mio albero

Il Faggio. Veniva considerato con grande rispetto un tramite tra gli uomini e gli dèi, circondato da aura divina, e Macrobio riferisce che...